Vendo “rene” per non perdere i miei figli.

29 Apr

700x400xuomo-piange-700x400.jpg.pagespeed.ic.vemkVpi3jZCiao amici,

pochi minuti fa mi ha contattato Eleonora, una amica di Rosario Giangrasso, 49enne di origini siciliane, il quale ha diffuso il seguente messaggio:

Mi chiamo Rosario Giangrasso, ho 49 anni e sono disoccupato. Da circa 2 anni cerco disperatamente un lavoro, un lavoro che mi permetta di sopravvivere e sfamare la mia famiglia.

Vivo com mia moglie e i miei due bellissimi figli, una bambina di 11 anni e un bambino di 9. Purtroppo da un paio di mesi non riusciamo più a pagare l’affitto. Credetemi finché lavoravo non ho mai ritardato un pagamento ma dopo ho dovuto scegliere, o l’affitto o dar da mangiare ai miei figli.

Tre giorni fa mi sono arrivati a casa la forza pubblica e l’ufficiale giudiziario per lo sfratto esecutivo. Ho avuto un’ultima proroga di un mese, ma il prossimo due maggio ci butteranno fuori.

Se non avrò un alloggio ritenuto idoneo mi toglieranno i figli. I bambini vanno regolarmente a scuola, in prima media e terza elementare.

Mi rivolgo allo Stato Italiano: Toglietemi tutto, il lavoro, la casa, la dignità, ma vi scongiuro, non portatemi via la mia famiglia. 

Sono disponibile a vendere un RENE al migliore offerente, pur di tirare ancora avanti e salvare la mia famiglia. Meglio privarmi di un rene che restare senza i bambini.

Cari amici, oggi la mia comprensione va a queste famiglie distrutte, il mio disprezzo a quelle persone che l’hanno attivamente causata.

Dal blog: www.andreamavilla.com

Fonte: www.andreamavilla.com

Annunci

10 Risposte to “Vendo “rene” per non perdere i miei figli.”

  1. pd valdengo 29 aprile 2013 a 11:39 #

    L’ha ribloggato su .

  2. Maria Di Bello 29 aprile 2013 a 12:54 #

    Difficile pensare che in un paese che si definisce civile (con una buona dose di presunzione )possano accadere episodi cosi’tristi e desolanti.E politici di un paese democratico(cosi’definito con presunzione)che si arricchiscono sulla pelle dei concittadini che,invece,diventano sempre piu’poveri.Una ingiustizia che ci porta indietro di mille anni!!Che si faccia qualcosa per questa famiglia!

  3. Maria Romno 29 aprile 2013 a 12:56 #

    Io per prima sarei pronta ad aiutare queste persone,una minima cifra a testa non farebbe male a nessuno

  4. dadang 29 aprile 2013 a 13:22 #

    Da un paio di mesi non paga più l’affitto, impossibile che abbia già l’ufficiale giudiziario… lo dico perchè io non lo pago da 5 mesi e di ufficiale giudiziario se ne riparla tra (forse) altrettanti! è tanta la gente nella stessa situazione. Occupate le case! Ce ne sono tante vuote… non vi uccidete solo perchè il prossimo è profondamente egoista!

  5. giuseppe 29 aprile 2013 a 13:23 #

    Cerchiamo di aiutarlo economicamente e che ugnuno mandi quello che può, internet è un mezzo bellissimo per aiutare – come si fà a contattarlo

  6. danilo errani 29 aprile 2013 a 14:19 #

    il mio disprezzo va anche a chi difende coloro che hanno provocato questa situazione

  7. ciliarosaria 29 aprile 2013 a 18:53 #

    se questa è Italia e Finita ”””’diamo una mano a questi Giovani chi può ””’vi prego è emergenza Italia e fate Presto ”””””’

  8. daniela 29 aprile 2013 a 19:17 #

    SE VUOI UN LAVORO..PERO’AL NORD, VICINO A CUNEO. TE LO DIAMO. CORAGGIO.

  9. susanna 29 aprile 2013 a 20:50 #

    coglione! metti la fonte da cui prendi eventuali articoli! diversamente smettila di fare allarmismo o di diffondere notizie non vere cercando di far presa su gente che ha ancora sani principi! che gusto ci può essere nel vedere il proprio link condiviso da migliaia di persone se poi quel link e falso ed è in grado di togliere il sorriso e la serenità della gente!???

  10. Daniela pieraccini 30 aprile 2013 a 21:35 #

    Provo una gran pena per quest’uomo e per tutte le persone che si trovano in questo tipo di difficoltà. Penso a quanto possa essere cattivo e avido il genere umano. Parlo di quelle bestie responsabili di avere creato tutto questo solo per diventare più ricchi. Da atea mi auguro che ci sia una pena da scontare, se non in questo mondo, altrove.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: